Detrazioni IRPEF 2020

detrazioni tracciabili

Dal primo gennaio 2020, l’art. 1 co. 679 della L. 160/2019 (legge di bilancio 2020) stabilisce che la detrazione IRPEF del 19% (sono escluse le detrazioni con percentuali diverse) degli oneri indicati nell’art. 15 del TUIR e in altre disposizioni normative spetta soltanto se il pagamento è avvenuto con:

  • bonifico bancario o postale;
  • altri sistemi di pagamento, diversi dal pagamento in contante, previsti dall’art. 23 del D.Lgs. 241/97 (es. carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari).

La disposizione non si applica in relazione alle spese sostenute per:

  • l’acquisto di medicinali e dispositivi medici;
  • prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al SSN.

Al fine di usufruire delle detrazioni, dovranno quindi essere pagate con metodo tracciabile, tra le altre:

  • le spese sanitarie, inclusi pertanto i medici di famiglia per i certificati di buona e robusta costituzione / idoneità fisica e i medici specialisti che esercitano la libera professione (dentisti, ginecologi, dermatologi, ecc.);
  • le spese veterinarie;
  • le spese funebri;
  • le spese per l’istruzione universitaria;
  • i premi per assicurazioni sulla vita, contro gli infortuni, sul rischio morte e invalidità permanente;
  • gli altri premi assicurativi detraibili nella misura del 19% (autosufficienza, eventi calamitosi);
  • i compensi corrisposti a mediatori immobiliari in relazione all’acquisto dell’abitazione principale;
  • le spese per asili nido;
  • diverse categorie di erogazioni liberali;
  • le spese per gli addetti all’assistenza (c.d. “badanti“) delle persone non autosufficienti;
  • le spese per l’abbonamento ai servizi di trasporto pubblico.

 

Inoltre, sempre dal primo gennaio 2020, alcune delle detrazioni previste dall’art. 15 del TUIR sono parametrate al reddito complessivo (spettano interamente se il reddito complessivo non supera i 120.000,00 euro, mentre se tale importo viene superato la detrazione è parametrata all’ammontare del reddito fino a quando non superi i 240.000,00 euro).

 

FONTE: EUTEKNE

 

Call Now Button