Agenzie di Viaggio: Sostegni bis, Nuovo Mibact, Proroga credito locazione

Scaduto il termine per la presentazione della domanda per il contributo a fondo perduto previsto dal decreto c.d. “Sostegni”, aziende e professionisti sono di nuovo al lavoro per studiare, esaminare, approfondire la possibilità di accesso a nuove misure agevolative legate allo stato emergenziale.

Per le agenzie di Viaggio, in particolare, si delinea la possibilità di accedere alle seguenti agevolazioni.

A. Contributo a fondo perduto previsto dal decreto c.d. “Sostegni-bis” che si declina in due differenti forme:

  • Nuovo contributo automatico per il quale non è richiesta la presentazione di alcuna istanza, in misura pari a quello già riconosciuto dal decreto Sostegni e con la stessa modalità scelta per il precedente;
  • Eventuale integrazione del contributo automatico, per il quale è richiesta la presentazione di una specifica istanza e che spetta se e solo se, un ulteriore raffronto tra fatturato / corrispettivi riferito questa volta al periodo 1 aprile 2020 – 31 marzo 2021 vs 1 aprile 2019 – 31 marzo 2020 determini un contributo superiore a quello riconosciuto automaticamente.

B. Contributo a fondo perduto MIBACT

Tale contributo è stato previsto dal DM 280 del Ministro del Turismo. Si tratta dell’integrazione del “primo MIBACT” che copriva il calo di fatturato registrato nel periodo 23 febbraio 2020 – 31 luglio 2020.

Particolare attenzione va posta sul fatto che tale contributo si qualifica come parzialmente alternativo al contributo previsto dal Decreto Sostegni (prima versione).

Il contributo va a parziale copertura del calo di fatturato e corrispettivi per il periodo 1° agosto 2020 31 dicembre 2020 e prevede due componenti:

  1. In primis andranno quantificate e sommate le seguenti operazioni, nei due periodi di riferimento:
  • autofatture riepilogative mensili per le provvigioni corrisposte a ciascuna agenzia di viaggi per l’attività di intermediazione nella vendita di pacchetti e servizi turistici dei tour operator;
  • fatture attive, al netto dell’Iva, per le commissioni relative all’attività di intermediazione nella vendita di crociere, biglietti aerei, ferroviari, marittimi ed automobilistici, soggiorni alberghieri ed extra alberghieri, noleggio mezzi di trasporto ed altri servizi intermediati;
  • corrispettivi relativi all’attività di intermediazione e registrati nel registro Iva dei corrispettivi quali: compensi d’intermediazione sulla vendita di biglietteria aerea, diritti di agenzia ecc..
  1. Il contributo di cui al punto 1 potrà essere eventualmente integrato. Per farlo sarà necessario determinare l’ammontare complessivo di tutte le operazioni, per i medesimi periodi.

Alle riduzioni così determinate andranno successivamente applicate diverse percentuali, al fine di poi determinare il contributo effettivamente spettante.

C. Estensione del credito locazione a Luglio 2021

L’art. 4 del decreto Sostegni Bis ha modificato l’art. 28 del DL 34/2020 (Rilancio).

In particolare per le imprese turistico-ricettive, le agenzie di viaggio e i tour operator , il credito d’imposta spetta fino al 31 luglio 2021, a condizione che abbiano subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi nel mese di riferimento dell’anno 2021 di almeno il 50 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno 2019.

La condizione del calo del fatturato / corrispettivi non deve essere verificata dai soggetti con attività nei territori colpiti da eventi calamitosi con stato di emergenza ancora in atto alla data di dichiarazione dello stato di emergenza Covid-19.

Call Now Button